Come organizzare una DXpedition
di Franco Armenghi, I4LCK
tratto dalla relazione al Congresso di Bologna 26 settembre 1998
I parte


Cosmoledo Group AF-26
Maggio 1994 - S79CK/C Cosmoledo Group - AF026





Cayo Levantado NA122
Agosto 1996 - HI9/I4LCK Cayo Levantado - NA122
Tutti gli amanti del DX, prima o poi, accarezzano il sogno di fare una spedizione con la radio al seguito. Spiegare come si organizza questo tipo di attivita' in poche parole e' difficile quasi quanto attivare qualche isola sperduta negli oceani ! Prima di trattare l'argomento e' doveroso distinguere le varie QSY fuori dal propio QTH: in sintesi ritengo realistico suddividere, sia pur molto sommariamente, tre tipi di attivita':
  • viaggi di vacanze con radio al seguito o mini attivazioni tipo isole europee e mediterranee.
  • attivazioni di country o isole non elencate nei top most wanted ma con sufficiente interesse per il programma IOTA o DXCC.
  • attivazioni di country fra i piu' ricercati da parte di team superorganizzati che hanno un target di oltre 50.000 QSO, attivando tutte le bande nei vari modi operativi.
Tralascio il primo gruppo che ritengo privo di difficolta' organizzative; chiunque con licenza CEPT, un piccolo transceiver (l'ICOM 706 e similari sembrano creati apposta per questo tipo di attivita') qualche filo multibanda e.. una famiglia disponibile puo' fare attivita' da tutte le isole europee e del Mediterraneo e qualche africana (CT3, EA8, EA9, ecc.) e da altri country tipo 8Q, S7, D6, 3B8 oltre a numerosi paesi caraibici senza alcun problema o, al limite, pagando una certa somma in dollari per richiedere la licenza.
Non rientra ovviamente nell'argomento l'attivita' dei big-team, assai spesso sponsorizzati e supportati, che si recano nei country piu' rari e difficili da raggiungere. Mi limito quindi ad esporre sinteticamente le mie esperienze maturate dopo vari anni di attivita' da country che definirei interessanti nei vari continenti.
Come ho piu' volte chiarito ed evidenziato, non considero queste mie attivita' delle vere e proprie DXpedition per due validi motivi: il primo e' che l'obiettivo primario di ogni spostamento e' sempre stato l'attivazione di isole interessanti per il programma IOTA, molte delle quali mai attivate in precedenza. Di certo non ho sottovalutato l'interesse di collegamenti dal country stesso, lavorando nelle bande WARC, i 30 metri a me particolarmente cari ed il traffico CW. Il secondo motivo e' che ho sempre organizzato QSY installando impianti ed operando da solo, con l'aiuto logistico della mia XYL, uniche eccezioni le attivita' da J59 e HS9. Di conseguenza non ho potuto operare nelle bande basse o simultaneamente in bande e modi diverse. Ogni tanto bisogna pur mangiare e dormire e dopo 15-18 ore di pile-up in radio, spesso in condizioni logistiche non facili, i vecchietti come me son proprio cotti ! E' certo che volendo mantenere certi ritmi di attivita' dovete scordarvi di fare turismo, al limite qualche breve giro nei momenti di scarsa propagazione. Cio' premesso iniziamo ad esaminare le varie fasi organizzative per viaggetti amatoriali.


Web Page by I121171